MAGAZINE / Igiene orale: meglio lo spazzolino elettrico o manuale?

Igiene orale: meglio lo spazzolino elettrico o manuale?

C’è il derby della Mole, quello della Madonnina e poi ci sono tanti altri piccoli derby quotidiani che si giocano al di fuori del rettangolo di gioco. Ad esempio, quello sulla scelta dello spazzolino migliore: meglio lo spazzolino elettrico o manuale?

Spazzolino elettrico o manuale: scuole di pensiero a confronto

Ci sono dentisti e dentisti. Ti sarà sicuramente capitato di trovarti davanti al dubbio amletico: scegliere lo spazzolino elettrico o manuale? Anche tra gli specialisti del settore possono esserci schieramenti diversi. Da un lato la vecchia scuola affezionata al classico spazzolino azionato dalla forza delle braccia e dall’altra i contemporanei con un incrollabile credo nella tecnologia. Dove sta la verità?

Per orientarci al meglio verso questa difficile scelta tra spazzolino manuale o elettrico non resta che osservare pregi e difetti di entrambi i modelli. Se partissimo semplicemente dall’analisi economica lo spazzolino manuale vincerebbe a mani basse: ha numeri di vendita gran lunga superiori all’elettrico. 

Per onor di cronaca, va anche sottolineato che il costo di un classico spazzolino oscilla tra 1 e 3 euro, mentre per la versione elettrica si possono spendere cifre superiori ai 100 euro.

Tuttavia, uno studio di mercato non è sufficiente a decretare se sia meglio una spazzolino elettrico o manuale per il benessere della nostra bocca.

I vantaggi dello spazzolino elettrico

Sugli scaffali dei supermercati si trova ormai un’infinità di spazzolini elettrici in grado di fornire alte prestazioni e funzioni alquanto sofisticate. Facciamo però prima una premessa: lo spazzolino elettrico non è in grado di sostituirsi ad una pulizia professionale eseguita da uno specialista. Il consiglio di Dental Institute Bolzano è quello di prenotare periodicamente una detartrasi: i nostri igienisti dentali sono pronti ad accoglierti per eliminare la placca ed il tartaro più difficile.

La caratteristica principale di uno spazzolino elettrico è rappresentata dal movimento della sua testina. Ecco, quali sono i principali movimenti:

Rotante e oscillante: simula il movimento rotatorio che viene effettuato quando si utilizza uno spazzolino manuale. Quello rotatorio si muove sempre nello stesso verso, mentre quello oscillante cambia verso di rotazione.

Pulsante: oltre al movimento rotante e oscillante appena visto, le setole dello spazzolino si muovono avanti e indietro.

Sonico: lo spazzolino vibra velocemente per rimuovere la placca. Può dare una sensazione non troppo piacevole all’interno della bocca, ma garantisce risultati di pulizia migliori.

La potenza dello spazzolino elettrico aiuta indubbiamente nel rimuovere la placca con maggior facilità. In media tutti i modelli presenti sul mercato hanno una probabilità di successo del 70% contro questo fastidioso nemico della bocca. Sapevi che uno spazzolino elettrico ultrasonico di ultima generazione può raggiungere anche 190 milioni di movimenti al minuto?

Studi scientifici hanno dimostrato poi l’efficacia dello spazzolino elettrico: dopo 3 mesi di utilizzo la placca si riduce del 21% e la gengivite dell’11%. Quest’ultimo è un aspetto fondamentale per la salute orale. Infatti, la gengivite se non trattata debitamente può degenerare in parodontite che a lungo andare può causare anche la caduta dei denti.

Molti pensano che lo spazzolino elettrico, proprio per la sua potenza, danneggi le gengive. Invece, se utilizzato correttamente, può trasformarsi in un toccasana: il massaggio delle setole sulle gengive aumenta l’afflusso di sangue ai capillari, che così facendo portano maggiore ossigeno ai tessuti parodontali.

Accessori che possono aiutare l’igiene orale

Nella scelta tra spazzolino elettrico o manuale entrano in campo anche gli accessori

Nel modello elettrico c’è l’imbarazzo della scelta: manico antiscivolo, sensore di pressione, anelli colorati e timer. Quest’ultimo optional è particolarmente utile per tenere il tempo durante il lavaggio dei denti. Di norma bisognerebbe spazzolare i denti per un intervallo compreso tra due e cinque minuti, ma il ritmo frenetico della vita quotidiana a volte fa perdere questa sana abitudine. Avere un promemoria potrebbe aiutare a rispettare certe tempistiche.

I modelli più evoluti hanno anche un timer che suona ogni 30 secondi per cambiare quadrante della bocca durante la pulizia. Non tutti lo sanno, ma quando si lavano i denti con uno spazzolino elettrico si dovrebbe dividere idealmente la bocca in quattro quadranti da pulire in sequenza. La testina va posta in maniera obliqua sulla superficie dei denti prestando attenzione a spazzolare anche il solco gengivale che rappresenta il luogo in cui si depositano maggiormente i batteri responsabili della formazione della placca e del tartaro.

Rimanendo in tema di pulizia dei denti, lo spazzolino elettrico è certamente un prodotto affascinante per i più piccoli. Questo potrebbe aiutarli ad essere più concentrati e a prestare maggiore attenzione alla propria igiene orale. 

Fin qui abbiamo visto gran parte delle numerose qualità dello spazzolino elettrico. Lo spazzolino manuale potrà reggere il confronto?

Perché scegliere lo spazzolino manuale?

Se si segue il racconto fin qui fatto non sembrano esserci dubbi sulla scelta tra spazzolino elettrico o manuale

È proprio così? In realtà no, anche lo spazzolino manuale ha i suoi vantaggi. Quello che balza immediatamente all’occhio è la sua economicità. Come già accennato viene venduto ad un prezzo irrisorio rispetto al suo fratello elettrico.

Lo spazzolino manuale inoltre è a volte l’unica opzione possibile in seguito ad un intervento di chirurgia orale. I denti e le gengive post operazione potrebbero essere particolarmente sensibili e richiedere la massima delicatezza, qualità non ottenibile con uno spazzolino elettrico che ruota a 40mila impulsi al minuto. Gli spazzolini manuali si trovano in vendita con setole morbide, medie e dure: caratteristiche che li rendono adattabili ad ogni tipo di bocca.

Altro punto a favore dello spazzolino manuale è che può essere utilizzato in qualunque situazione, anche durante una gita in un bosco dove difficilmente sarà possibile trovare una presa di corrente. Quindi, nella sfida tra spazzolino elettrico o manuale chi vince?

Noi di Dental Institute Bolzano ci limitiamo ad affermare che sia con lo spazzolino elettrico che con quello manuale è possibile garantire un’ottima igiene orale. Basta spazzolare i denti nella maniera corretta e lavarli almeno due o tre volte al giorno. Che sia manuale o elettrico lo spazzolino resta pur sempre il più fedele alleato del tuo sorriso!

Argomenti trattati in questo articolo:

Ti potrebbe interessare anche...

Le infezioni degli impianti dentali: alla scoperta della perimplantite

La perimplantite è un’infezione batterica che colpisce i tessuti e l’osso intorno ad un impianto dentale: alla scoperta di cause, sintomi e rimedi
leggi l'articolo

Impianti dentali senza osso? Tutte le soluzioni tra innesto osseo dentale e nuove tecnologie

È possibile realizzare impianti dentali senza osso? Alla scoperta di tutte le soluzioni possibili tra innesto osseo dentale e impianti iuxtaossei
leggi l'articolo

Macchie bianche sui denti: sintomo della fluorosi dentale?

La comparsa di piccole macchie bianche sui denti potrebbe essere un sintomo della fluorosi dentale: tutto quello che c’è da sapere sulla patologia
leggi l'articolo
post_type=terapie&orderby=post__in&post__in%5B0%5D=135&post__in%5B1%5D=133&post__in%5B2%5D=166&post__in%5B3%5D=137

HAI BISOGNO DI UNA VISITA?

COMPILA IL FORM

crossmenuchevron-left