Biorigenerazione, la medicina rigenerativa

Non è semplice “medicina estetica”

La salute passa attraverso il benessere psico-fisico che si riflette anche sulla bellezza esteriore. È su questa connessione che basiamo le fondamenta della nostra 'medicina rigenerativa'.

Medicina estetica line 2

Biorivitalizzazione, biodermostimolazione, biorigenerazione

Sono tutti sinonimi per indicare lo stesso trattamento che si pone come obiettivo rivitalizzare e stimolare la pelle per rigenerarla. Il primo passo che insomma dobbiamo fare se vogliamo prenderci cura del nostro viso,  migliorando la qualità della pelle rimanendo nella nostra versione migliore.

Medicina estetica biorigenerazione medicina rigenerativa17

Biorivitalizzazione, biodermostimolazione, biorigenerazione

Tutti sappiamo che è buona norma applicare almeno due volte al giorno sulla pelle una crema idratante e con caratteristiche diverse a seconda delle sue necessità. Ciò permetterà un miglioramento e il mantenimento di una bella grana e rallenterà la comparsa di piccole rughe o di altri problemini indesiderati.

Tutto questo è davvero sufficiente?

La risposta purtroppo è no. Tutto quello che noi applichiamo rimane negli strati più superficiali e poco ha a che fare con quelli profondi, il derma, cioè la sede di produzione di collagene, elastina, acido ialuronico: proteine fondamentali per il mantenimento di un tessuto tonico, elastico e idratato.

La biostimolazione

La biostimolazione consiste nell’iniezione diretta nel sottocute di componenti fondamentali che permettono alle nostre cellule di produrre nuovamente quelle proteine che da giovani eravamo in grado di generare a volontà e che a partire dai 30 anni produciamo sempre meno. Oltre a questi elementi vengono generalmente iniettate anche altre sostanze come sali minerali, aminoacidi (che sono i mattoncini con i quale vengono “costruite” le proteine) e gli antiossidanti che vanno ad eliminare i famosi radicali liberi che accumuliamo di giorno giorno a causa dello stress, dell’inquinamento, dell’esposizione solare, di una dieta non bilanciata e di cattive abitudini (primo tra tutti il fumo).

La veicolazione

La veicolazione si effettua mediante iniezione con microaghi (30G) di piccolissime dosi di prodotto a livello sottocutaneo creando pomfi che si riassorbiranno in pochi minuti o al massimo in qualche ora. Un leggero massaggio potrà favorire la diffusione e assorbimento del prodotto. Il ritorno alla vita sociale è immediato, bisognerà evitare per almeno 7 giorni l’esposizione diretta a fonti di calore come l’esposizione solare, sauna o bagno turco e trattamenti aggressivi a livello topico (p.e. dermoabrasione/scub).

In base alla tipologia di pelle e agli obiettivi lo specialista proporrà un percorso di trattamento. Generalmente si consigliano almeno 3 trattamenti a distanza di 10-14 giorni due volte all’anno, ideale se in primavera ed in autunno. A discrezione del tuo medico di fiducia eventuale associazione con un peeling che aiuterà ad eliminare gli strati superficiali e permettere alla pelle rigenerata di emergere più velocemente.

Poco a poco vedrai la tua pelle più nutrita, idratata, turgida, luminosa, le rughe saranno attenuate e le imperfezioni saranno diminuite o completamente sparite. Insomma l’incarnato sarà più compatto e la grana migliorata, provare per credere!

Tossina Botulinica

La tossina botulinica è una neurotossina che determina un rilassamento muscolare  reversibile e viene utilizzata in medicina estetica per il trattamento di rughe dinamiche, ovvero quelle causate dalla contrazione muscolare, in particolare quando la gravità delle rughe ha un importante impatto psicologico in pazienti adulti.

In medicina rigenerativa viene utilizzata in particolare per:

  • minimizzare o eliminare rughe verticali tra le sopracciglia osservate al massimo corrugamento
  • rughe a ventaglio all’angolo degli occhi osservate al massimo sorriso
  • rughe frontali osservate alla massima elevazione delle sopracciglia
  • gummy smile o sorriso gengivale.

Gli effetti della tossina botulinica sono dose dipendenti e temporanei, solitamente durano tra i 3 e i 6 mesi, dopo i quali è necessario ripetere il trattamento.

La tossina botulinica è considerata sicura se utilizzata da professionisti qualificati e in dosi appropriate. È comunque necessario e importante eseguire una prima visita, dove verrà approfondito lo stato di salute prima di decidere di procedere con il trattamento.

Peeling o Chemoesfoliazione

Vuoi migliorare l’aspetto della tua pelle e liberarti delle macchie scure e dell’acne? Il peeling chimico della cute potrebbe essere la soluzione giusta per te. Il peeling chimico è un trattamento estetico che utilizza acidi chimici per rimuovere lo strato superficiale dell’epidermide (strato corneo) e stimolare la generazione di nuova epidermide attenuando rughe, macchie scure e acne.

Indicazioni:

  • Macchie scure

  • Acne lieve e moderata

  • Pelle spenta e opaca

  • Pelle secca e disidratata

  • Pelle con cicatrici da acne

Benefici:

  • Miglioramento dell’aspetto della pelle

  • Eliminazione delle cellule morte della pelle

  • Riduzione delle macchie scure

  • Miglioramento dell’acne

  • Stimolazione della produzione di collagene

Il peeling chimico deve essere eseguito da un professionista qualificato per evitare danni alla pelle scegliendo il peeling più adatto in base alla tipologia di pelle, di modo da minimizzare il trauma a livello cutaneo massimizzando il turnover cellulare. Immediatamente dopo il trattamento e per qualche giorno la pelle potrebbe essere arrossata e sensibile, questi effetti collaterali saranno minimizzati seguendo le istruzioni  del post trattamento fornite dallo specialista.

I peeling chimici moderni sono sicuri e clinicamente testati per garantire i migliori risultati. Ad esempio, uno studio del 2012 pubblicato su “Dermatologic Surgery” ha dimostrato che il peeling chimico con acido tricloroacetico (TCA) è sicuro ed efficace per migliorare l’aspetto della pelle e trattare le rughe profonde, le macchie scure e l’acne.

Un altro studio del 2018 pubblicato su “JAMA Dermatology” ha dimostrato che i peeling chimici con alfa-idrossiacidi (AHA) sono sicuri ed efficaci per migliorare l’aspetto della pelle e trattare le rughe superficiali, le macchie scure e l’acne lieve.

In base alla tipologia della pelle e all’obiettivo desiderato lo specialista indicherà il numero di trattamenti consigliati ed eventuali trattamenti che potrebbero ulteriormente potenziare l’effetto come ad esempio la biostimolazione.

Poco a poco vedrai la tua pelle più luminosa, le rughe saranno attenuate e le imperfezioni saranno attenuate o completamente sparite. Insomma l’incarnato sarà più compatto e luminoso e la grana migliorata (testo corretto così?), provare per credere!

Dr. Michael Schweikert

L’approccio che abbiamo al trattamento estetico è graduale e non radicale. Spesso i pazienti hanno paura dei cambiamenti e di apparire ‘diversi’ da un giorno all’altro ai propri colleghi. Si parte dall’esterno con un trattamento della parte superficiale, tra peeling e biostimulazione, dove si agisce sotto la cute per un miglioramento delle caratteristiche della pelle (sopra i 30 anni spesso il corpo umano non riesce più a produrle). Successivamente si inizia a lavorare più in profondità, con filler più o meno densi a seconda dell’esigenza del paziente, però sempre step by step.